COMUNICAZIONE: Non inviate comunicati via email (anche perchè è disattivata... momentaneamente) perchè nessuno li pubblicherà per voi. Se volete pubblicare dei contenuti su questo sito registratevi seguendo l'apposita procedura. Ognuno può pubblicare i propri contenuti ma attenzione a cosa pubblicate e come (non mettete immagini troppo grosse). Gli account che creano problemi saranno rimossi.

Vi chiediamo anche di fare attenzione a come si presenta una news. L'occhio vuole la sua parte... Aggiungete il leggi tutto.

 

Stampa

Klaus Docupil e Cyber Sun

Scritto da GIULIO. Posted in News/Comunicati

Valutazione attuale:  / 0
Klaus Docupil, è un “DJ Producer” di Venezia. Nelle sue interviste, sottolinea sempre però, che prima di diventare DJ, rispettando quindi il lavoro di artisti e professionisti della consolle, è un musicista, ed è proprio quella parte di lui che gli permette di scrivere i suoi brani ed allargare le sue collaborazioni con diversi cantanti, componendo anche canzoni più pop e meno elettroniche. La sua anima da autore, gli permette quindi, di ampliare i suoi orizzonti. Accetta ogni sfida musicale che gli da emozione. In questo modo, continua costantemente a muovere le sue note, anche in progetti paralleli al suo progetto elettro-pop e pop-dance. Il 2017 inizia con il lancio del suo nuovo singolo: “Cyber Sun”,la sua “Vision” di un amore cibernetico. “Cyber Sun”: un giorno Klaus viene abbagliato da un sole enorme e splendente, in un cielo senza nuvole, accecato dalla sua luce, ma non riscaldato dal suo calore. Così immagina ad un sole artificiale, qualcosa di “realmente sintetico”. Legge casualmente una frase sul web: "L'insieme del tutto è superiore alla somma delle parti che lo compongono"... Klaus dice:<>. Approfondisce quindi il suo incontro con la cibernetica, cercando di studiare i suoi aspetti e le sue, a volte, contraddizioni. Rimasto affascinato scrive una storia all’interno di questo pensiero artificiale, tra anima e silicio. Dice ancora:<>. “Cyber Sun” è interpretato da Zeta, Lucia Zarantonello, la cui voce, in questo brano, riesce a dare quell’idea di “Cyber” che Klaus stava cercando. La cover del singolo “Cyber Sun”, come le altre, è stata realizzata da un artista di fama internazionale: Matteo Ferretti. Klaus dice di lui:<>. Per Klaus la cover di una canzone, non deve semplicemente essere un’immagine da apporre sulla copertina di un EP, ma deve essere un’opera d’arte. Quell’immagine deve trasmettere emozioni, proprio come fa la musica che rappresenta. Klaus dice ancora:<>. Uno dei suoi progetti più importanti che sta seguendo, è la collaborazione con l’agenzia di organizzazione eventi “Gink Events”, per la quale ha scritto la “Soundtrack” del format “La notte dei baci”: “The night of kisses”. Continua a collaborare con i colleghi di sempre, ormai amici, sia per i video, che per le canzoni. Veri professionisti, i quali, gli danno ottimi consigli, necessari per crescere professionalmente. Si confrontano con le loro diverse visioni della musica, muovendosi così tra piattaforme sonore, stili e musicalità differenti. Michele Bonivento è ormai il suo compagno di viaggio in studio, il Goodwind Recording Studio, riuscendo a sintonizzarsi sulle stesse frequenze. https://www.facebook.com/KlausDocupilDJ/ Press, radio, Tv Agency DCOD Communication By GB Play This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Stampa

“Se stesso da solo”: il nuovo videoclip dei Gran Torino per imparare a guardare con gli occhi dell’anima

Scritto da aRtLoVeRs. Posted in News/Comunicati

Valutazione attuale:  / 0
I cinque sensi ci possono mostrare il mondo circostante, ma solo elevandoli alle estreme conseguenze sono in grado di mostrarci noi stessi. Il tatto oltre il tatto, l’udito oltre l’udito, il gusto oltre il gusto, l’olfatto oltre l’olfatto e la vista oltre la vista, non hanno bisogno tanto di pelle, orecchie, lingua, naso e occhi, quanto di cuore e passione. Questa riflessione è il valore aggiunto che il nuovissimo videoclip dei Gran Torino va a dare al brano “Se stesso da solo”, mostrando come si può essere in grado di apprezzare il calore di un bel tramonto, l’abbraccio della natura o il piacere dell’arte anche se gli occhi ci impediscono di vederli come li vedono gli altri. I due rocker bolognesi, affidatisi ancora una volta al regista Simone Cappelletti, hanno coinvolto come protagonista del video un maestro della scultura contemporanea come Felice Tagliaferri, non-vedente eppur creatore di straordinarie sculture dai lineamenti palpitanti e vivi, un po’ come il sordo Beethoven è stato in grado di comporre a suo tempo musiche ancora oggi ineguagliabili. A distanza di circa un anno dall’uscita del disco “Albero e Terra”, il nuovo singolo della band va a chiudere brillantemente il cerchio ricco di soddisfazioni di questo album, confermando lo straordinario talento di Daniele Berni e Marco Paradisi (affiancati in sede live da Fabio Spinelli) nel creare piccole perle in cui l’anima cantautorale e l’energia del rock si fondono in un’estasi di travolgenti emozioni. Il videoclip è stato presentato in anteprima con grande successo giovedì 2 febbraio, durante l'inaugurazione della Sala multisensoriale del MACRO – Museo d’Arte Contemporanea di Roma, e da oggi è disponibile finalmente su tutti i canali. Guardate qui il video: https://youtu.be/C_XtDzlpgJw * * * * * * * BIOGRAFIA GRAN TORINO “Gran Torino” come il film di Clint Eastwood, pieno di rabbia e di dolcezza. Gran Torino come quella vecchia auto della Ford, che miscelava potenza ed eleganza. Gran Torino come questo esplosivo duo bolognese dall’originale formazione, che vede Daniele Berni alla voce e alla batteria e Marco Paradisi al basso e alla chitarra (con il “supporto live” di Denis Borgatti ai synth); un nome perfetto, scelto dai due per far “uscire allo scoperto” una band che in realtà, dicono, “esiste da sempre, come la nostra amicizia”. Berni e Paradisi suonano infatti insieme dal lontano 1998 ma solo nel Giugno 2013 hanno deciso di fondere le rispettive anime musicali in questo progetto che, dopo due anni di lavoro su testi e musiche, si è finalmente rivelato con la pubblicazione di “Albero e Terra”, l’album d'esordio che mostra una formazione compatta e determinata, dotata di grande comunicatività e talento compositivo. “Albero e Terra” è un disco nato di getto, da chiacchiere, confidenze e improvvisazioni. Marco suonava di notte, registrava la musica e la mandava a Daniele, che su quelle note cuciva le storie, e in tutte le nove tracce del disco resta intatta e tangibile questa freschezza compositiva, nonostante il grande lavoro fatto in seguito sugli arrangiamenti, curatissimi, e sui suoni, che travolgono con una devastante potenza rock. A dare il titolo all'album è uno dei brani più intensi contenuti al suo interno, cantato da Daniele insieme a Francesca Biancoli, che ha prestato la sua incantevole voce, dotazione extralusso, per il progetto dei Gran Torino. Fra le righe, il rapporto tra due persone - non necessariamente un uomo e una donna - la storia di una dipendenza dal bene dell'altro, un altro che prima o poi ci allontana, “lasciando al vento” le nostre radici. Gli altri brani? “Tutti figli nostri – spiega Daniele – tutti introspettivi”. Le raffinate melodie dei Gran Torino si intrecciano straordinariamente con l’aggressività dell’alt-rock e con i versi che sfruttano perfettamente la complessa musicalità della lingua italiana, e la splendida “Fotografie”, scelta come primo singolo, si erge ad emblema dello stile del duo. Sala prove in casa, registrazione di basso e batteria in presa diretta all'Animal Sound Studio di Ferrara, quindi passaggio al Boat Studio di Marco per gli arrangiamenti, le chitarre, i cori e le voci finali. Infine mix e masterizzazione a cura di Marco Borsatti. “Fare un disco è un viaggio lunghissimo, ma non baratteremmo una serata in studio con nessun'altra cosa”. Il viaggio dei Gran Torino è cominciato. Mettetevi in scia. LINK UTILI: “Albero e Terra” su Spotify: https://play.spotify.com/album/41dpfIV8BBevXKT3KWP9h0?play=true&utm_source=open.spotify.com&utm_medium=open “Albero e Terra” su iTunes: https://itunes.apple.com/it/album/albero-e-terra/id930424801 La pagina fb della band: https://www.facebook.com/GRANTORINOMUSIC
Stampa

BLUE BOOK ebook del Ricamo Pop di Katya Sanna dedicato alla fantascienza

Scritto da Artnews. Posted in News/Comunicati

Valutazione attuale:  / 0
BLUE BOOK Ebook del Ricamo Pop di Katya Sanna dedicato alla fantascienza Free streaming + Free download https://issuu.com/katyasanna/docs/katya_sanna_-_blue_book http://ita.calameo.com/read/004155604f1c3e8dda8bb BLUE BOOK Il titolo “Blue Book" rimanda a Project Blue Book , gli studi dall'aeronautica militare statunitense sugli avvistamenti di oggetti volanti non identificati (UFO) in quanto questa è una collezione di ricami moderni dedicati alla fantascienza. L’ebook è diviso in due parti: la prima è formata da 3 ricami a colori realizzati con fili, cordoncini, perle, ed anche inserti di pittura rappresentanti 3 personaggi ideati da Katya Sanna, la seconda parte invece raccoglie ricami che rappresentano famosi personaggi della fantascienza realizzati utilizzando solo filo o cordonicino nero per ricreare lo stesso tratto che caratterizza i bozzetti disegnati a matita Tutti gli ebooks http://ita.calameo.com/accounts/4155604 https://issuu.com/katyasanna ArtsBroderie - Ricamo Pop di Katya Sanna www.facebook.com/ArtsBroderie www.katyasanna.it/rudra.htm KATYA SANNA http://www.katyasanna.it/ Sempre al lavoro su nuovi progetti sia musicali che di arte visuale, Katya Sanna è cantante, compositrice, pittrice, ricamatrice, molte le collaborazioni con artisti dai molteplici linguaggi artistici. Ideatrice del blog “Il Ramo D’Oro” dedicato alle arti e culture di tutto il mondo. Vincitrice del "Premio Alda Merini" di "Rom'Art Independent Festival" con la sua performance “L’Approdo”. Autrice della trilogia fantasy "Le Chant de l'Ange" presentata su “Il baco del millennio” di Rai Radio1 e dalla biblioteca comunale di Roma "Elsa Morante" L’album "La Via Delle Stelle" (primo capitolo della “Trilogia delle Stelle” formata da “Storie di uomini di donne e di sogni” dedicato ai popoli migranti e "Le Danze Elicoidali ") è cd del mese della storico magazine musicale "Rockerilla" Attualmente al lavoro su 3 nuovi progetti: "Segnali" ebook fotografico di installazioni street art, "Gaya" ebook di ricami dedicati alle divinità femminili, ed il nuovo album musicale "Note Passanti"
Stampa

Un weekend di musica elettronica al Vicious Club Roma

Scritto da erica. Posted in News/Comunicati

Valutazione attuale:  / 0
Grande appuntamento con la musica elettronica al Vicious Club di Roma per un weekend che vede protagonisti importanti esponenti della scena contemporanea: venerdì 24 febbraio con Renaat Vandepapeliere, fondatore e attuale director della storica label “R&S Records”, Pearl River Sound, pseudonimo del giovanissimo producer Roberto Semeraro, Francesco Belfiore, giovane dj e producer romano, e gdp dj set (Vicious Agency), mentre sabato 25 l’appuntamento è con il live di Varg, noto producer svedese, e Inherent, resident di Algoritmo. Tra sonorità che spaziano dalla musica elettronica all’ambient fino alla più scura techno e dj set eclettici capaci di coinvolgere ogni ascoltatore, quelle del Vicious sono serate caratterizzate dall’alto livello qualitativo della proposta artistica, che presenta alcune tra le migliori personalità artistiche della scena underground contemporanea. La serata del venerdì è presentata da AMEN, concept di ricerca dell’avanguardia e dell’ultracontemporaneo alla scoperta di suoni vivi, capaci di trasformarsi in "the next new thing", R&S Records, la storica etichetta discografica diretta da Renaat Vandepapeliere, e Vicious Club, realtà consolidata del clubbing capitolino e luogo di culto della movida notturna, mentre la serata del 25 è a cura di Algoritmo, come tutti i sabati del Vicious. E a completare questo weekend all’insegna della migliore musica elettronica, il party di martedì grasso che il 28 febbraio vede l’etichetta indipendente Truth Or Consequences presentare la label “made of CONCRETE”: suoneranno Rebar ovvero Andreas Pionty e fumée grise, padri fondatori della label stessa, insieme a Kaiser, dj barese e ultima produzione di made of CONCRETE, e gli artisti romani Francesco Belfiore e gdp con il nuovo progetto “Paradoxes”. Mentre per i fan più appassionati, lo stesso 24 febbraio dalle 19 alle 21 allo Städlin (via Antonio Pacinotti 83, Roma), Renaat Vandepapeliere racconta aneddoti e segreti della sua label R&S Records. Con la partecipazione di Andrea Benedetti, uno dei maggiori conoscitori di musica elettronica della capitale, sulla scena sin dai suoi albori, nonché fondatore della prima fanzine techno italiana (Tunnel), e sotto la sapiente guida di Nicola Gerundino della redazione di Zero Roma, a gestire argomenti, tempi e interventi, abbiamo l'occasione di ripercorrere la storia di questa mitica etichetta attraverso i racconti di colui che ne è il fondatore e attuale director. 24 Febbraio 2017 AMEN presenta Renaat Vandepapeliere, Pearl River Sound, gdp e Francesco Belfiore Ingresso: list 10 € / 15 € con drink door 15€ 25 Febbraio 2017 Algoritmo presenta Varg e Inherent Ingresso: 15 € intero, 10 € ridotto. (Per avere il biglietto ridotto basta scrivere una email a This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. oppure mandare un messaggio privato sulla pagina Facebook www.facebook.com/algoritmoroma) 28 Febbraio 2017 Truth Or Consequences presenta made of CONCRETE (Rebar, Kaiser, Paradoxes) Ingresso 15 € intero, 10 € ridotto. VICIOUS CLUB Via Achille Grandi 7/a – Roma www.viciousclub.com Facebook https://www.facebook.com/ViciousClub/?fref=ts
Stampa

La voglia di vivere, l’urlo alla libertà di David Ego

Scritto da GIULIO. Posted in News/Comunicati

Valutazione attuale:  / 0
La Voglia di Vivere è un urlo alla libertà. Viene esaltata in una metafora in cui il protagonista è un lupo. Il lupo su questa terra lotta ogni giorno per sopravvivere resistendo con coraggio all'estinzione! Tradizionalmente identificato come l'animale "cattivo" delle favole, ancor oggi il lupo viene perseguitato dall'uomo ed è riconosciuto come un pericolo da eliminare! Un lupo è vittima di caccia e discriminazione, solo perché creatura e figlio di una natura diversa, quella che l’ha fatto nascere animale predatore con il bisogno di uccidere altri animali solo per sfamarsi e che lo rende comunque parte integrante di una catena alimentare che solo l’uomo ritiene di avere il titolo di spezzare! Nella metafora il lupo è chi ha il diritto di rimanere sé stesso, di poter vivere a testa alta, senza paura e senza dover scappare o abbassare lo sguardo di fronte alle persecuzioni! L'uomo è invece l'uomo nella sua sfumatura più cinica e grigia, creatore del sistema potere e denaro in cui il lupo viene visto solo come un ostacolo, un elemento scomodo e di disturbo! Un lupo è chi in questo mondo vuole solo essere riconosciuto e accettato in quanto lupo, senza essere costretto a diventare per assurdo “cane” facendosi addomesticare e diventando il miglior amico del suo stesso persecutore. In un mondo ideale dove tutti gli esseri viventi hanno pari dignità. David Ego, nome di battesimo Davide Lazzarini, è un cantautore. Nato e cresciuto in provincia di Varese, luogo nel quale ancora oggi vive la sua attività artistica, inizia il suo percorso musicale militando sin dall’età adolescenziale in diverse cover band, calcando palchi in tutta Italia ed interpretando brani di ogni genere. Scrive però praticamente da sempre, per quello che lui sostiene essere il bisogno di comunicare, soprattutto con sé stesso! Ha scritto oltre 300 canzoni, parole e musica, la gran parte rimaste nel cassetto. Pubblica, dal 2008 al 2014, 3 album autoprodotti: “AlterEgo”, “Il mio mondo è qui” e “La strada dei sogni”. Partecipa a festival e concorsi in tutta Italia ottenendo premi e riconoscimenti con almeno 16 brani estratti da questi 3 album. Nell’ottobre del 2015 firma il suo primo contratto discografico con la Ghiro Records di David Marchetti, con la quale l’intento è di promuovere un’idea musicale enorme, di un’identità artistica ben precisa cresciuta in dieci anni di voglia e bisogno di scrivere, di creatività, di grande amore per la musica, e che è solo all’inizio del suo sviluppo. Nel 2016 pubblica il video “Istinto Animale” che lo vede protagonista in un brano rock passionale, potente ed energico con la modella e show girl Zara Morandini. Contemporaneamente, all’inizio del 2016, si concretizza anche la formazione della band che lo accompagna durante tutta la promozione live del suo ambizioso progetto musicale, e che vede Gionata Berrini alla chitarra, Simone Orsina al basso, Francesco Facconi alle tastiere e Mattia Borrelli alla batteria. Il 2017 lo vede ancora protagonista con la promozione del suo nuovo singolo dal titolo “La Voglia di vivere”, a cui seguirà l’album “Anno zero”. Press, radio, Tv Agency DCOD Communication By GB Play This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Stampa

Matteo Angeletti e la sua “Vertigine”

Scritto da GIULIO. Posted in News/Comunicati

Valutazione attuale:  / 0
Matteo Angeletti approda in radio con il brano dal titolo Vertigine . Un esperimento molto particolare dalle sonorità accattivanti che dimostra già una spiccata maturità interpretativa. Una sfida che mette in gioco l’artista veneto di fronte al popolo radiofonico italiano. Energia e contaminazione, passione e voglia di creare qualcosa di nuovo, queste sono le caratteristiche che alimentano il suo grande amore per la musica. Il Singolo, accompagnato da un videoclip che ha già raggiunto un consistente numero di visualizzazioni, fa parte di un progetto discografico più ampio dal titolo “Oggetto di desiderio” in cui Matteo elabora le sue esperienze pop cantautoriali con il rock e con quelle venature elettroniche che danno al prodotto un’impronta di modernità. Cantante dal vasto range e compositore di talento, nasce a Mestre (VE) il 23 dicembre 1992; la musica entra a far parte della sua vita fin dalla tenera età anche se spesso in maniera saltuaria, ma a 15 anni riceve in regalo la sua prima chitarra ed è subito amore a prima vista. Grazie alle sue capacità, e spinto da un grande desiderio di crearsi un futuro diverso del "normale lavoretto", si cimenta nella composizione di canzoni e scrittura di testi. La musica diventerà a breve la sua ragione di vita, uno spazio per sognare e rifugiarsi dai numerosi problemi dell'adolescenza. Dopo varie esperienze di gruppo con numerosi musicisti, intraprende la carriera solista con l'obbiettivo di creare musica originale moderna, cercando di unire le distorte sonorità del rock alla dance music. Nel 2016 firma un contratto con l'etichetta discografica "Ghiro Records" e pubblica il suo primo album "Oggetto di desiderio" che contiene il brano "Vertigine". https://www.facebook.com/Matteo-Angeletti-320502757970320/?fref=nf www.youtube.com/channel/UC31XTn9TfltKNWwQYq-rhJw Press, radio, Tv Agency DCOD Communication By GB Play This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Stampa

"Ajëret" il nuovo disco della PEPPA MARRITI BAND

Scritto da On Mag Promotion. Posted in News/Comunicati

Valutazione attuale:  / 0
peppa marriti Dopo l’uscita del videoclip e del singolo omonimo la Peppa Marriti Band pubblica “Ajëret”, 12 tracce eterogenee ma con la lingua Arbëreshë come comune denominatore. “Ajëret” (in italiano “i venti”) è un insieme di pensieri, considerazioni ed emozioni che siamo portati a vivere ogni giornorapportandoci con il quotidiano. Le sofferenze vissute nel vedere la terra subire catastrofi ambientali, guerre e stravolgimenti dell’ecosistema dovuti ai danni provocati dall’incuria e dalla superficialità dell’essere umano. “I venti” continuano a soffiare alimentando le speranze di chi ha deciso da che parte stare, vivendo nel rispetto della natura, dei suoi equilibri e delle sue regole. Un percorso in bilico tra contaminazione e tradizione, i canti tradizionali (vjershë) rielaborati e filtrati dalle note della Peppa Marriti Band. Rock Arbëresh è il genere/non-genere al quale appartiene la band di Bobo, Pino & C. Dagli incubi di ‘Pepparabia’ all’ inno alla bellezza di ‘Habiane & Dellfine’ ai tradizionali albanesi come ’25 Gërsheta’ o i vjershë come ‘Holqa një shërtimë’ (canto bi-vocale antichissimo). Nella nuova fatica discografica della band arbёreshë trova spazio una “Poezia“ dedicata a tutti coloro che muoiono tragicamente nelle guerre del mondo. Sono dedicate agli ultimi ‘Një harofull te një dorë’, ‘Putora’ e ‘Si Cingra’, la strada, il mare, la vita sotto i ponti e l’emigrazione si incrociano e trovano, nei solchi delle composizioni della Peppa Marriti Band, sfogo e riscatto. ‘Pektat’ è un testo del 1800 rielaborato in chiave moderna insieme a ‘Ka Vreshta’, una storia d’amore d’altri tempi, quando i social network erano le piazze, i messaggi whatsApp erano bigliettini ripiegati e inviati con tempi molto più lunghi e gli incontri erano furtivi e veloci, ma l’amore molto più saldo e duraturo. Tradizione e modernità convivono nelle opere della band Italo-albanese, “non si ha davvero bisogno di modernità per esistere totalmente e completamente” – dice la band – “si ha bisogno di un mix bilanciato di modernità e tradizione”. “Una vera tradizione non è la testimonianza di un passato concluso, ma una forza viva che anima e informa di sé il presente” (Ígor Stravinskij) Itunes: https://itunes.apple.com/it/album/aje-ret/id1200523668 Spotify: https://open.spotify.com/album/4gGoyIJFNQ5wDDrwMzRRCb
Stampa

Sanremo Rock in Accademia, seconda tappa Friuli-Veneto

Scritto da Uffstampa. Posted in News/Comunicati

Valutazione attuale:  / 0
Giovedì 16 febbraio Sanremo Rock & Trend Festival 2017 torna all’Accademia Birreria di Portogruaro con la seconda tappa di audizioni live per le regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia e quarta tappa complessiva di questa prima fase di selezioni. Lo storico contest nazionale dedicato ad artisti emergenti della scena rock a 360 gradi, giunto quest’anno alla sua 30^ edizione, prosegue dunque la sua “corsa” alla ricerca dei nuovi talenti del rock italiano, che si concluderà a maggio nella Città del Fiori. Chi passerà il turno questa volta? Chi si affiancherà, da Veneto e Friuli, ai Cani Bagnati, Lorenzo e Mary Illusion, gli artisti promossi sullo stesso palco lo scorso 13 gennaio? A contendersi il passaggio di turno giovedì 16 febbraio ci saranno: Rêver, Paz Manera, Abusivi, Il Pane e la Peste, Sofia Bressan e Status Symbol. Special guest in giuria: Giorgia Colleluori, cantante degli Ethernal Idol e insegnante di musica, e Devid De Santis,direttore della World Music School di Monfalcone e insegnante di musica. Appuntamento dalle ore 21 all’Accademia Birreria di via Manzoni 61 a Fossalta di Portogruaro (VE). Prenotazione tavoli: 0421 244223 Tutte le informazioni su Sanremo Rock 2017 e sulle band sono sul sito web ufficiale: www.sanremorock.it Contatti: This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. , This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. , 327 423 7725 PROSSIME DATE SANREMO ROCK LIVE TOUR 2017 22 febbraio @ Spirito (Vigarano Mainarda – FE) 25 febbraio @ Sherwood Food & Drink (Borgo a Buggiano – PT) 2 marzo @ Jailbreak Live Club(Roma) 4 marzo @ Rupe Disco Pub (Mezzolombardo- TN) 11 marzo@ Sherwood Food & Drink (Borgo a Buggiano – PT) 17 marzo @ Banus Dinner Club (Torino) 31 marzo @ Auditorium C.A. Dalla Chiesa (San Gregorio di Catania – CT) SANREMO ROCK & TREND FESTIVAL Sanremo Rock & Trend Festival è il contest nazionale per artisti singoli, duo o gruppi italiani emergenti della scena rock, indie, alternative, pop rock, hard rock e tutte le possibili “declinazioni” trasversali ai generi. Nato nei primi Anni ’80, Sanremo Rock è un brand storico che ha portato al successo moltissimi Big di oggi. Dal suo palco sono passati, fra i tanti, Ligabue, Carmen Consoli, i Litfiba, i CCCP, i Tazenda, i Bluvertigo, Edoardo Bennato, solo per citarne alcuni. La manifestazione rappresenta un grande momento di incontro musicale, di confronto, di sana competizione e soprattutto offre precise indicazioni sul movimento rock italiano, sul suo stato di salute, sulle tendenze, le preferenze, gli stati d’animo. Per questa 30^ Edizione la Finalissima del Sanremo Rock & Trend Festival si terrà a maggio 2017. È ancora possibile iscriversi al concorso. Tutte le info sono su www.sanremorock.it.
Stampa

Max Rocker: My Road è il suo primo album, in uscita il 16 Febbraio 2017

Scritto da Silver Records. Posted in News/Comunicati

Valutazione attuale:  / 1
Esce il 16 Febbraio 2017 (in tutti i Digital Store) il primo album solista del cantante e chitarrista Massimo Galassi, alias Max Rocker, prodotto dall’etichetta Silver Records di Nico Pistolesi. Un album denso di sentimento, speranza e Rock’n’roll, che va dritto all’anima di chi come Max, è alla ricerca della propria strada. Anticipato dal singolo Tommy Don’t Look Back uscito il 7 Luglio 2016, My Road è un disco forte, ricco di sonorità Country-Rock, volutamente registrato quasi del tutto acustico. Max trae forte ispirazione da Tyla (voce dei Dogs D’Amour) e Willy DeVille storico cantautore statunitense. Tra le righe delle 9 canzoni del disco, troviamo un ponte tra passato e futuro, ricordi e speranze, il tutto caratterizzato da una forte determinazione per un cammino a testa alta, verso nuovi sogni. Rock and Roll, droghe, alcool, tragedie, amore e passione, sono questi gli ingredienti usati da Max per raccontare la sua vita ed il suo mondo musicale. Massimo Galassi, in arte Max Rocker, nasce il 3 maggio 1979 nella splendida Maremma ed il suo primo vero incontro con al musica arriva a 14 anni, quando scopre la chitarra ed inizia a suonarla da autodidatta. Onnivoro di musica, colleziona dischi da sempre. Shooter Jennings, Ryan Bingham, Steve Earle, Mike Ness, Willy DeVille, questi sono alcuni dei suoi artisti preferiti. Nel 2010 inizia a suonare con la Punk/Rock Band Sick Boys Revue dove ricopre il ruolo di chitarrista ritmico. Con loro ha registrato un Ep e due Album, portati in Tour in tutta Italia riscuotendo consensi dal pubblico. Nel 2016 da vita al suo progetto acustico/elettrico solista dove riversa il suo lato più intimo, fatto d’amore, speranza e tristezza. Scrivendo sempre con l’energia di un Rocker, mescola il Rock ed il Blues fino ad arrivare alle sonorità Country che segnano il nuovo cammino del cantautore. My Road è stato registrato a Follonica presso il Brainspot Studio con la collaborazione di: Nico Pistolesi al pianoforte, Alessandro Golini al violino, Gabriele Gianneschi alla chitarra elettrica, Il Commisserio alla chitarra solista su Garden of Fear e Gabriele Bazzechi alla batteria. Max ha suonato chitarra acustica, chitarra elettrica e basso elettrico.
Stampa

Edit Select e OWL al Vicious Club di Roma per Algoritmo

Scritto da erica. Posted in News/Comunicati

Valutazione attuale:  / 0
Continuano le serate di Algoritmo, il party del sabato del Vicious Club che da ottobre scorso propone una tra le programmazioni di musica elettronica e underground più alte della scena capitolina, ospitando numerosissimi artisti, tanto italiani quanto internazionali (http://www.algoritmoroma.it/eventi). In particolare per la serata di sabato 18 Febbraio, Algoritmo ospiterà Edit Select, dj e producer attivo sin dai primi anni novanta, accompagnato da Owl, giovane dj romano resident di punta di Algoritmo e fondatore della Anekoic Records, mentre la musica sarà sostenuta dalle proiezioni live del visual artist Portland. Tra sonorità che spaziano dalla musica elettronica all’ambient fino alla più scura techno e dj set eclettici capaci di coinvolgere ogni ascoltatore, quelle di Algoritmo al Vicious sono serate caratterizzate dall’alto livello qualitativo della proposta artistica, che presenta alcune tra le migliori personalità artistiche della scena underground contemporanea. In linea con le prerogative del Vicious Club, che si conferma come una della realtà più consolidate del clubbing capitolino, garantendo musica di qualità in un ambiente sereno e festoso, l’ingresso è seleziono e all’interno non è permesso scattare foto né registrare video, a rispetto dell’atmosfera tipica del club e della privacy di tutti. 18 Febbraio 2017 VICIOUS CLUB Via Achille Grandi 7/a – Roma Ingresso 15 € intero, 10 € ridotto. (Per avere il biglietto ridotto basta scrivere una email a This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. oppure mandare un messaggio privato sulla pagina Facebook www.facebook.com/algoritmoroma) www.viciousclub.com Facebook https://www.facebook.com/ViciousClub/?fref=ts
Stampa

Muri Muti , il nuovo album della Statale107Bis dal 10 Febbraio in tutti i digital store

Scritto da 65475686786786786786. Posted in News/Comunicati

Valutazione attuale:  / 0
Dal 20 Febbraio in radio il singolo Muri Muti della Statale107Bis, brano che dà il titolo all'album, già disponibile dal 10 Febbraio nei principali digital store. Negli ultimi 70 anni i muri sono passati da 5 a 65, anche nel cosiddetto "maturo e civile" Nord del mondo. "NO TRUMP, SÌ TRUMPET !" A quei muri corrispondono le barriere mentali e culturali che stanno oggi anche tra amici, familiari e colleghi. In casa Statale107Bis la contaminazione non è una novità, il gruppo ha nel suo genoma l'approccio collettivo e laboratoriale a testimoniarlo la pagina di retrocopertina del disco; 14 tra musicisti e cantanti, hanno partecipato a vario titolo alla realizzazione delle riprese: Gus (Gustavo Tigano - Voce/T-sax), MaestrALE (Alessandro Facente - Voce/Trombe), SaxBass (Salvatore Locanto - Voce/Basso), Romanovškij (Giuseppe Aiello - Chitarre), Raùl (Rosario Bonofiglio - Percussioni), Maštru TAV (Giuseppe Tavernese - Alto e Soprano Sax), El Tanque (Giuseppe Trifino - Batteria), Ugo Foscolo (Marco Locanto - Tastiere), The Animal "I'm not normal" (Giovanni Ziparo - Batteria); Cicciacorda (Francesco Manfreda - Chitarre), Pasqualino Lonetto (Tromba), A Rušpa (Domenico Amato - Trombone), Filippo Garruba (Tastiere). Il disco si fregia inoltre di una collaborazione internazionale con l'artista, cantante, musicista tunisino Bader Dridi che ha accompagnato l'ensemble nella realizzazione della decima traccia "Questo Deserto". Tra jazz manouche e dubstep, composto ed arrangiato in maniera eclettica, il singolo "Muri Muti", da oggi disponibile in free download, non fa eccezione. Per il gruppo la consapevolezza della necessità della diversità è il migliore antidoto alla chiusura. La Statale107Bis ai nuovi muri di frontiera risponde con l'amore per la diversità, a ritmo di ska, rock, hard-swing, blues, prog, contaminando e mescolando diversi generi con tanta energia positiva e tanta ironia!

Altri articoli...