COMUNICAZIONE: Non inviate comunicati via email (anche perchè è disattivata... momentaneamente) perchè nessuno li pubblicherà per voi. Se volete pubblicare dei contenuti su questo sito registratevi seguendo l'apposita procedura. Ognuno può pubblicare i propri contenuti ma attenzione a cosa pubblicate e come (non mettete immagini troppo grosse). Gli account che creano problemi saranno rimossi.

Vi chiediamo anche di fare attenzione a come si presenta una news. L'occhio vuole la sua parte... Aggiungete il leggi tutto.

 

Stampa

Franco Nocchi -TASHI DELEK

Scritto da GIULIO. Posted in News/Comunicati

Valutazione attuale:  / 0
Canzone Per il Popolo Tibetano Urbino – 2 ottobre 2016 – h. 19.00- Piazza della Repubblica Concerto di chiusura del Biosalus Festival Franco Nocchi, Pianista e compositore, docente Universitario, ideatore del metodo FEMA: Fisioterapia energetica e medicina alternativa, in occasione del concerto di chiusura del Biosalus Festival, presenterà in concerto, oltre ad altre composizioni del suo repertorio, il brano TASHI DELEK, un messaggio di pace rivolto a tutti, anche a chi si dichiara nemico. Ricordiamo che Franco Nocchi ha già più volte sperimentato negli spazi teatrali, una forma innovativa di incontri/concerto durante i quali musica, parole, meditazione, movimento e arti marziali (le cosiddette arti gentili) interagiscono tra loro creando momenti di forte e intensa suggestione. Note biografiche essenziali: Nella Cina dei tempi antichi, la formazione dei Monaci guerrieri prevedeva che la pratica delle Arti del Combattimento andasse di pari passo con la pratica delle Arti Gentili (yin, interiori): lo studio della Medicina, della Poesia, della Letteratura e della Musica andava dunque a “compensare” e mitigare gli aspetti eccessivamente yang (esteriori) sviluppati con lo studio delle tecniche di combattimento. E' da questa Scuola di Pensiero che proviene Franco Nocchi, classe '62, docente universitario di “Psico-Pedagogia dei Gruppi”, di “Psicologia del comportamento”, di “Medicina Tradizionale Cinese” e di “Teoria e Tecnica delle Arti Marziali”, praticante di Arti Marziali fin dall'età di 4 anni, oggi Maestro di Kung Fu, Tai Chi Chuan, Meditazione e profondo conoscitore delle antiche tecniche di Medicina Tradizionale Cinese: è proprio per questo che la Musica ha da sempre contrassegnato, al pari della pratica marziale, il suo percorso di Vita. Franco Nocchi è chiamato costantemente a tenere seminari e stage tecnici in varie città di Italia ed è anche autore di numerosi articoli in diverse riviste e di vari testi. Unendo le sue competenze “occidentali” in campo psicopedagogico alle conoscenze delle antiche Arti taoiste per il benessere, la longevità, il controllo delle emozioni e per l'armonizzazione dell'Energia, oltre che all'utilizzo mirato della musicoterapia, della cromoterapia e di un particolare “outing empatico”, ha coniato un originale ed innovativo metodo, il Metodo F.E.M.A.© (“Fisioterapia Energetica e Medicina dell'Anima”©). La Persona è il “prodotto olistico” di 4 sfere (corporea, energetica, psicoemozionale, spirituale) che sono al tempo stesso indipendenti ma continuamente interdipendenti tra loro. Ogni malattia, che è “solamente” il prodotto di una disarmonia tra queste sfere, parte sempre dalle sfere profonde (spirituale e psicoemozionale) per manifestarsi poi nel tempo nella sfera corporea. Se l'interazione tra le 4 sfere è fluida ed armoniosa, la Persona è in grado di compiere con efficienza, energia e vitalità ogni passo lungo il Sentiero della propria Vita, nel pieno controllo delle proprie emozioni e nella piena capacità di resilienza. Giulio Berghella DCOD Communication Gb Play Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Stampa

MALINSKY, la sua opera prima è "FALLING DOWN"

Scritto da Gennaro de Rosa. Posted in News/Comunicati

Valutazione attuale:  / 1
MALINSKY, la sua opera prima è "FALLING DOWN" (Maqueta Records) Il Videoclip : https://youtu.be/Aey_5FMxcg0 E' 'Falling Down" il singolo che il giovanissimo artista polacco Malinsky pubblica per il suo esordio sul mercato italiano con Maqueta Records. ‘Falling Down’ è la moderna proposizione in chiave elettro-pop di una ballata dedicata alla nostalgia per un amore perduto. Il testo esalta gli aspetti emotivi del senso di vuoto e del sentimento che solo dopo il distacco si riesce a percepire nella sua interezza. ‘Falling Down’ è il brano che porta Malinsky ad approdare ad uno stile più maturo e diretto, la naturale evoluzione della sua produzione elettro-pop/rock giovanile. "Giovane, imprevedibile, sorprendente", è così che Malinsky si definisce e sono questi i tre aggettivi che descrivono efficacemente la sua musica. "Penso che la musica fosse già presente nel mio cuore quando sono venuto al mondo" dice Malinsky ed è con 'Falling Down" che arriva in Italia. 'Cadere" è la metafora di quello che può accaderti ogni giorno mentre la tua vita ha intrapreso un altro percorso; è imprevedibile e sorprendente ed è solo con la musica che si può riuscire a planare sulle cose dall'alto e vederle da altre angolazioni. MINI BIO Malinsky, polacco - all'anagrafe Marcin Malinski - fin da giovanissimo mostra inclinazioni artistiche dalla musica alla recitazione. All'età di quattordici anni comincia a suonare il pianoforte e le tastiere elettroniche e col tempo comincia a comporre musica e ad esercitarsi con il canto. Nel 2010 frequenta la scuola di canto della Casa della Cultura di Lodz (Łódzki Dom Kultury) dove viene subito notato per la sua naturale attitudine al canto lirico che però risulta distante dal suo temperamento. Marcin comincia dunque a definire uno stile artistico personale e decide di assumere il nome d'arte di Venya per assonanza con la parola spagnola "vesania" che indica la follia in senso creativo. I primi singoli pubblicati da Marcin ‘Uwolnij Sen’ e ‘Obsesja’ lo rendono popolarissimo sulla rete dove supera in breve tempo il milione di views e lo proiettano sulle radio/TV nazionali ma anche ad esibirsi live nelle più importanti città del suo paese. Nel 2016 Marcin decide di rinnovare la propria immagine come Malinsky ampliando i propri orizzonti in Europa ed oltre con le versioni in lingua inglese delle sue nuove canzoni, rilasciate in Italia dalla Maqueta Records. Uff Stampa : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Label : Maqueta Records : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Stampa

Any Given Monday, al via l'ottava stagione lunedì al Qube

Scritto da Nextpress. Posted in News/Comunicati

Valutazione attuale:  / 0
Ottava stagione per Any Given Monday, la serata disco più popolosa della Capitale. Otto anni di gioia, musica, divertimento e tante emozioni, momenti meravigliosi vissuti con migliaia di ragazzi, centinaia di dj e nelle decine di location che sono state lo sfondo dei party AGM. Per la serata inaugurale la formula vincente non cambia con un mega impianto audio da 100mila watt di potenza, 3 piani, 6 sale, e più di 200 fari, tra laser e strobo. Any Given Monday si discosta, sia esteticamente sia concettualmente, dai canoni usuali del divertimento notturno. È un format-party “glocale” che importa elementi esterofili all’avanguardia, personalizzandoli notevolmente, e riadattandoli alla realtà off capitolina. Una festa made at home, spiazzante per la sua diversità, dove l’imperativo non è apparire, ma, divertirsi. Un happening, un carnevale perenne, è musica, teatro, danza, arte, moda, video, televisione, avanspettacolo e molto, ma molto di più, del prodotto che si ottiene moltiplicando tutti questi fattori tra di loro. È un posto incantato, fuori dal tempo e dallo spazio, veramente free e open. Un contenitore difficile da descrivere dove c’è tutto e il contrario di tutto, sempre uguale ma in continuo mutamento. Per la serata inaugurale la squadra dei dj è pronta a far ballare il pubblico con le migliori selezioni indie-electro-rock, hip hop e tropical bass. Nella Johnny room: Mokai, Don Barzini & Gold Finga (from Cohouse), Kemo (from YAV), Discount e Jimbo. Vj set a cura di Romeo Rodeo, Miyagi. Nella Roxanne room: Metto (from SMASH), Porfiri (from unifest), Ackass (from unifest), Esox, Fred (from fiesta privada), Edoardo Rosati (from unifest), Matteo De Santis (from unifest) e Joe Dominguez. GM show con Gianny’ United Team & Double L directed by Romeo Rodeo. Sempre presenti i photo shooting show di Fabio Germinario e Carlo Ottaviano, la "Mondial Writers Wars" a cura di Ivan Fornari e The Market Exchange. Lunedì 3 ottobre Ore 22 Qube Via di Portonaccio, 212 – Roma Ingresso euro 5 (compresa consumazione fino all'1.00) Infoline 3288640362
Stampa

"LE COSE CHE ODIO" DEI "WHY DOUBLE K?" IN USCITA IL 13 OTTOBRE 2016

Scritto da Silver Records. Posted in News/Comunicati

Valutazione attuale:  / 1
" Le Cose Che Odio " è il primo singolo della giovane Band " Why Double K ? ". Il brano, in uscita per l'etichetta discografica digitale Silver Records il 13 Ottobre 2016, è stato scritto dalla cantante del gruppo, Alessia Carpino (17 anni) e rivela un testo dalla scrittura Alternativa rispetto alla musica POP Italiana di oggi. I componenti della band sono tutti di Piombino (LI) ed è li che è nato il progetto " Why Double K ? " nel 2014 (il nome prende spunto dalla sigla YKK, noto marchio delle cerniere per tessuti). Il testo nasconde un messaggio di denuncia, verso le "anime del mare" ovvero i migranti che troppo spesso non coronano il loro "Sogno Italiano", verso i sogni svaniti nel nulla, perfino tra le mani di un adolescente, per colpa del nostro sistema e delle cattive abiutudini che ognuno di noi coltiva e non abbandona mai veramente. Alla chitarra troviamo Filippo Fedeli (19 anni), al basso elettrico Marco Pasian (22 anni) e alla batteria il più piccolo Leonardo Benassi (16 anni). L'Artwork del singolo è stato affidato al giovane artista/fumettista Giulio Bilisari. Dal 13 Ottobre " Le Cose Che Odio " sarà disponibile in tutto il mondo nei migliori Digital Store.
Stampa

Nato Libero il nuovo singolo di Valentino Negri

Scritto da 56476767. Posted in News/Comunicati

Valutazione attuale:  / 0
E’ con il grido del rock che il cantautore Valentino Negri firma ed annuncia l’uscita del suo terzo singolo dal titolo “ Nato libero “; testimonial d’eccezione per il videoclip il Campione del mondo WBC, e vincitore de “L’’Isola dei Famosi “, Giacobbe Fragomeni. Valentino Negri, che vive da sempre le leggi del rock, consapevole dell’oppressione che quotidianamente incombe su coscienze ed operati, cerca di trasmettere attraverso questo brano, una necessità vitale di ribellione mentale ai meccanismi governativi e sociali inducendo cosi l’ascoltatore a ragionare sulla totale assenza di libertà e sulla vitale necessità di riscatto. Integrità artistica ed onestà intellettuale quella di Valentino Negri, che incurante di tutto il movimento “ politically correct ”, compone un testo, quello di “ Nato libero “ che non le manda di certo a dire. Straordinario poi il modo con cui riesce, ancora una volta, a conciliare il sound cosi internazionale con la lingua italiana; una impeccabile combinazione di suoni e parole che fanno arrivare il messaggio forte e chiaro. “Questo pezzo e questo brano vogliono essere un messaggio di speranza e di riscatto , una scossa per tutti quelli che cercano la forza per continuare a combattere per quello in cui credono fino all' ultimo round, come direbbe Giacobbe” . “Sia il testo che le immagini del videoclip cercano di scuotere le coscienze verso una rivoluzione che vuole e deve essere mentale e culturale”. “Perché' la rivoluzione dobbiamo farla dentro di noi nel modo di vedere le cose , senza aspettare che cambino da sole o che lo facciano i grandi poteri o le istituzioni per noi, perché affidandoci a loro non cambieranno mai”. “ Il sistema si cambia solo se saremo noi i primi ad avere consapevolezza di ciò che ci circonda senza aver paura, o abbassando la testa; e' un cambiamento di pensiero e di vedute che ci restituisce la libertà; solo così possiamo far implodere le strutture di questo meccanismo sempre più corrotto e malato”. “ Se l'uomo ha paura della sua libertà, dovrebbe aver terrore dell'oppressione dei diritti e delle libertà di pensiero in cui siamo, nostro malgrado, vittime oggi giorno. Ma dobbiamo iniziare tutti prima da noi stessi, dai nostri pensieri; questo e' il messaggio: “ perché siamo nati liberi, io sono nato libero e tu sei nato libero, e tu decidi di cambiare se lo vuoi , perché il cambiamento parte sempre da dentro , dal profondo” . (Valentino Negri) “ Nato libero “ è un brano scritto e composto da Valentino Negri, è arrangiato dal maestro Alessandro Tuvo, e registrato e mixato presso lo studio Fusix di Andrea Fusini. Sotto la direzione artistica di Valentino Negri, firma la regia del videoclip di “ Nato libero “ Francesco Rotunno; “ e' un video volutamente molto grezzo e girato in low budget per stare in linea con il significato delle immagini e quello che vogliono trasmette “ (VN), ambientato tra la Palestra AP Pavia , con il supporto del maestro e direttore sportivo Giancarlo Mezzadra e del Presidente Avv. Niutta e la Palestra di Rozzano Kick and Punch di Angelo Valente , entrambi sinonimi di casa per gli allenamenti di Giacobbe. Special Vip : Giacobbe Fragomeni che interpreta se stesso nell'alter ego dello spettatore , trasmettendo tutta la rabbia per l'attuale condizione mondiale che ci circonda e che porta le coscienze a ragionare sulla ribellione nei confronti di un sistema che opprime sempre di più lo spirito libero con cui nasce l'uomo, lottando per il RISCATTO, senza mai arrendersi . “ Giacobbe ed io siamo amici da quando ci allenavamo insieme nella “mitica ASD boxe Voghera” , con noi, il leggendario Giovanni Parisi.
Stampa

''Redeem'' in radio il nuovo singolo Warner di Alice

Scritto da GIULIO. Posted in News/Comunicati

Valutazione attuale:  / 0
Redeem è il primo singolo di Alice estratto dal suo EP, in uscita ad autunno, distribuito dalla ''Warner Music Italia'' arrangiato e prodotto da Michele D'Elia con la direzione esecutiva di David Marchetti (Ghiro Records). Il brano parla di evasione, del desiderio di abbattere i propri limiti e le barriere autoimposte dalla società. “..hai mai desiderato di vivere un’altra vita …” è la frase del testo che raccoglie in modo chiaro tutto il significato del messaggio del pezzo. Alice Traini, classe 1992 inizia ad appassionarsi di musica sin da piccolissima, crescendo con l’animo Ryhtm and blues. All’età di 18 anni si trasferisce a Londra dove inizia a seguire delle lezioni di canto con importanti vocal coach. Tornata a Roma, frequenta una scuola di Performing Arts, affinando le sue abilità in danza, canto e recitazione. Nel 2014 entra a far parte del cast del musical “Madam Senator” di Mario Fratti; in cui interpreta una delle protagoniste. Subito dopo firma il suo primo contratto discografico con la Ghiro Records, capitanata dal noto produttore David Marchetti. Il 15 Luglio 2014 esce il suo primo singolo, in inglese, “Without Love”, un brano pop-dance, arrangiato dal produttore artistico Michele D'Elia. Nel febbraio 2015 Alice vola in Irlanda dove lavora ad un suo video con Emmet O'Brien; il produttore del pluripremiato video di Hozier, "Take me to church", e Ross Carey. Il 18 luglio 2016 esce il suo secondo singolo '' Redeem'' in distribuzione Warner. https://www.facebook.com/AliceTproduction/ https://www.instagram.com/alice_traini/ (alice_traini) Press, radio, Tv Agency DCOD Communication Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Stampa

Anthony Baker : cantante, showman e polistrumentista

Scritto da 5676587. Posted in News/Comunicati

Valutazione attuale:  / 0
Un personaggio veramente particolare e stravagante. Autore e compositore con 2 CD all’attivo “Sex Action” e Hallo World ”… canzoni inedite scritte e composte da lui , un mix di energia tra il Rock glam anni 80 e il pop elettronico. Grandi collaborazioni live e studio con musicisti alto livello… Gabriele Fersini (Laura Pausini, Biagio Antonacci, Nek)… Sergio Pescara (Eugenio Finardi, Paola e Chiara, New Trolls, Lucio Dalla)… Daniele Coro (Ricky Martin, Dirotta su Cuba)… Gianni Cicogna (Lucio Dalla, Groovydo). Dal 2000 alla guida di uno dei più importanti gruppi Pop Dance anni 70/80 a livello nazionale… Anthony Baker Crazy band…ex Dancefloor band…migliaia di concerti in tutta Italia e all’estero. Da ricordare i grandi concerti di Parigi, Nizza, Bellinzona, Locarno, calcando palchi importanti come il Rolling Stone e il Palavobis e l’ Alcatraz di Milano e molti altri…il repertorio racchiude i migliori successi tutti da ballare…Modern Talking, Depeche Mode , Duran Duran , Eurythmics , Michael Jackson , Dead Or Alive,…. Già da bambino il grande desiderio era di fare il cantante e il batterista. Comincia così l’avventura nel mondo della musica formando i primi gruppi…l’influenza era pura Punk Music misto Hard Rock. A 21 anni entra per la prima volta in uno studio di registrazione con la mitica band Heavy metal “Power” dove registra un prodotto molto interessante di canzoni inedite. Col passare del tempo cresce l’esperienza e così comincia un tuffo nella musica pop cantata in Italiano arrivando in finale a Sanremo Giovani nel ’91 e nel ’93. Da quel momento decide nel buttarsi completamente nella musica a tempo pieno. Scrive centinaia di canzoni e inizia un incedibile escalation di concerti senza fermarsi mai. 150…200 all’anno…una vera macchina…Dopo aver militato in numerosi gruppi di vari generi, ma prevalentemente rock…Nel 2002 comincia un'altra avventura musicale…la country Music …forma così la band Midnight Rodeo…iniziano i numerosissimi concerti e per la prima volta Anthony Baker canta accompagnandosi con la chitarra…una grande ed indimenticabile esperienza…Numerosissime apparizioni televisive. A “Italian’s got talent” di CANALE 5…”Crazy” di Rock TV su SKY…il Re degli anni 80 su MTV. Ma il Rock è la sua vita e oltre a viaggiare con la Anthony Baker Crazy band forma una fantastico gruppo Hard Rock & Heavy Metal “Slippery Wild”…un repertorio fatto di medley di artisti di grosso calibro come ”Motley Crue, Skid Row, AC/DC, Iron Maiden, Alice Cooper , Manowar, Judas Priest, Poison, Van Halen,…e molti altri…Ultimamente Anthony è in studio a registrare quello che lui definisce “il disco della mia vita”…canzoni inedite rock dove spicca quella che è stata definita una delle ballads più belle del mondo…”Never Mind”…Anthony Baker è un vero Sex Symbol dotato di un fisico mozzafiato, è quindi molto amato dal pubblico femminile… Durante gli spettacoli Anthony Baker è un vero animale da palcoscenico… 2 o 3 ore di show senza mai fermarsi…il suo personaggio è glam al 100%. Infatti si esibisce con costumi molto Glam….Kilt, Coulotte, Perizoma, Leggins…praticamente un mix totale di energia pura e stravaganza che solo Anthony Baker può trasmettere. Anthony…come mai hai creato un personaggio così forte? Io non ho creato il personaggio. Abbigliamento a parte io sono proprio così nella vita. Molto Glam. Amo la stravaganza e l’allegria e cerco di trasmetterla sul palco come nella vita. Qual è il tuo genere musicale preferito e cosa ne pensi della musica di oggi? Io sono nato con il Rock nel sangue. Sono un Rocker al 100%. Ho cominciato ad ascoltare i Ramones, i Clash, i Sex pistols, poi mi sono buttato sull’Hard rock e l’Heavy metal. Ascolto anke altri generi, sono un musicista, ma il Rock è tutto per me. Per quanto riguarda la musica attuale ci sarebbe da discutere per giorni. Diciamo che in mezzo al mucchio qualcosa di bello cè…quando uscirà il mio nuovo CD lo spareremo in tutto il mondo perché è qualcosa di straordinario. Come fai a 50 anni ad avere un fisico così e a cantare e animare per ore senza fermarti? Diciamo che mio Padre mi ha trasmesso la forza e la bellezza fisica. Io comunque sono un atleta. Vado a correre 1 ora 3 volte a settimana. Sono vegetariano e non mangiando carne sono sicuramente avvantaggiato, e faccio molto sesso. So che suoni un po’ di strumenti musicali. Vuoi dire quali? Ho cominciato da bambino a cantare e poi a 13 anni ho iniziato a suonare la batteria. Col tempo ho imparato a suonare la chitarra e le tastiere. Comunque il mio vero strumento è la voce. Riesco a toccare delle tonalità altissime e sto molto attento a cercare di cantare meglio possibile e dare il massimo nei live. Gestisco anke una scuola di musica, quindi sono sempre molto allenato. So che sei molto seguito e amato dal pubblico femminile sicuramente per via del tuo look molto forte e stravagante. E’ vero? Siiii…verissimo, e la cosa non mi dispiace, anzi. Nei miei concerti ci sono un sacco di ragazze che si divertono. Ovviamente il look aiuta molto ma non basta. Per trasmettere positività e ottimismo devi almeno chiamarti Anthony Baker…
Stampa

Venerdì 23 settembre esce Mi Piace in radio il singolo degli Effetto Primacy

Scritto da 54656756. Posted in News/Comunicati

Valutazione attuale:  / 0
A partire da venerdì 23 settembre sarà in rotazione radiofonica “Mi piace”, il nuovo singolo degli Effetto Primacy. Il brano è accompagnato dal videoclip, già disponibile su YouTube, ecco il link: http://www.youtube.com/watch?v=5A2j3La5GXI La band, formata da Noaa (voce), Staccata (chitarra/voce), Aku (chitarra), eMug (chitarra/Synth), Simon (Basso), “X” (Batteria), racconta così il brano: “Il mi piace nel mondo virtuale è la più efficace unità di misura nel giudicare, e troppo spesso capita che un culo ha più mi piace di una frase di John Lennon, che sia chiaro non ci sentiamo nè intellettuali nè filosofi nè bacchettoni, anche a noi piacciono i bei culi. Ci fa riflettere solo l’atteggiamento che si cela dietro il patologico bisogno di ottenere consensi a tutti i costi come se fosse una rivincita sulla vita reale.” La regia del videoclip è di Daniele Ciampi, la protagonista è l’attrice portoghese Ana Lamas: “le location utilizzate per le riprese sono state due, la camera da letto di una villa stile inglese arredata con carta da parati, una vecchia radio e lampade anni '70 ed una rude e polverosa ex rimessa di lavatrici. All'interno del capannone abbiamo sollevato talmente tanta polvere che avremmo potuto fare a meno della macchina del fumo del regista”.
Stampa

Nicola Costanti al Giubileo dei Popoli di Siena

Scritto da GIULIO. Posted in News/Comunicati

Valutazione attuale:  / 0
Non è casuale la scelta di far esibire il cantautore toscano Nicola Costanti Nel quadro delle attività che celebreranno, domenica prossima, il “Giubileo dei Popoli” alla presenza di Monsignor Arcivescovo e promossa dalla Arcidiocesi di Siena: Uffici Pastorali Migranti e Missioni, e da Caritas. Nicola Costanti, senese, partecipante a un'edizione di Sanremo e premiato per ben due volte al prestigioso premio Tenco ha fatto del binomio musica e solidarietà uno degli elementi cardine della sua attività artistica. Una scelta fatta con convinzione e qualità, senza voler cavalcare l'onda di un messaggio universale che è tanto semplice e necessario quanto disatteso e contraddetto dalla realtà in cui viviamo. Nicola, dopo aver pubblicato nel gennaio di quest'anno “Il Sogno di Francesco”, un brano dedicato a quello che fin dall'inizio si è contraddistinto come il Papa di tutti ma soprattutto degli ultimi, ha affrontato un lungo tour in Italia, portando la sua musica dove è più forte l'esigenza di solidarietà: centri di accoglienza e sedi della Caritas. Il tutto, e questo va ricordato, a sue spese, sopportando anche sacrifici personali pur di fare questa esperienza. “Per migliorare il mondo in cui viviamo”, dice Nicola, “dobbiamo partire da noi stessi, cercando di dare il proprio contributo”. E poi prosegue:” io lo faccio con la musica, portando un messaggio di speranza a tutti. In questi luoghi ho incontrato persone buone e per bene, persone che avevano un lavoro e una casa e ora non hanno piu niente. Ricordiamoci che “gli ultimi” potremmo essere ognuno di noi”. Musica e solidarietà nel nome di Papa Francesco. “Il Sogno Di Francesco” è un brano e un video che Nicola Costanti ha dedicato a Papa Bergoglio. Premiato due volte al Tenco, autore di tre dischi di indubbio spessore, protagonista di tour teatrali con nomi importanti dello spettacolo (Alessandro Benvenuti, Alessandro Haber, Athina Cenci), il cantautore Toscano, da sempre dalle parte degli ultimi, ha scritto con il poeta Marco Brogi un brano intenso, di grande pathos, fermando con immagini poetiche e allo stesso tempo concrete la figura e il pensiero di Papa Francesco. Tutto il ricavato dell’operazione andrà all’Associazione MAGIS – Rete delle Missioni sostenute dai Padri Gesuiti. Giulio Berghella DCOD Communication Gb Play Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Stampa

Tornano i Quell’Uomo! con il nuovo singolo “Lettera del ciclotimico” tratto dall’album “La testa di compleanno”

Scritto da aRtLoVeRs. Posted in News/Comunicati

Valutazione attuale:  / 0
Le canzoni dei Quell’Uomo! sono insolite e taglienti, due qualità che scorrendo violentemente lungo i ricorrenti solchi melodici dei ritornelli infiammano l’ascolto, rendendo la band originale nella sua freschezza e semplicità. Tutto questo è confermato anche dal nuovo singolo, “Lettera del ciclotimico”, che è accompagnato da un curatissimo video rigorosamente autoprodotto. Troppe le canzoni che parlano d’amore in maniera banale o che prendono come soggetto sempre i soliti cliché, perciò i Quell’Uomo! in questo brano parlano sì d’amore ma dal punto di vista di un ciclotimico! Guarda qui il video: https://youtu.be/lmWqYtM0oK8 “In psichiatria e psicologia clinica la ciclotimia è un disturbo dell'umore, caratterizzato da periodi alternanti di depressione e di ipomania. […] L’individuo ciclotimico […] normalmente durante le fasi di ipomania intraprende progetti anche grandiosi affrontati con grande entusiasmo per poi essere abbandonati appena sopraggiunge la fase depressiva” [Wikipedia] **** BIOGRAFIA QUELL’UOMO! I Quell'Uomo! sono una formazione giovane, nata nel 2013 in terra veneta, precisamente a Rovigo, città amata/odiata dalla band che proprio dalle storie quotidiane vissute nei sobborghi rodigini trae spunto per i propri testi sempre in bilico tra sarcasmo e ribellione, tra sentimento e tormento. Inizialmente si trattava di un progetto solista di Meky, cantautrice spregiudicata e alternativa, e i brani erano di matrice indie-rock con i consueti testi in italiano ma con arrangiamenti acustici. Ben presto però Meky ha trovato in Giacomo, Ricky e Dave degli altrettanto determinati collaboratori, completando a vicenda le proprie esigenze artistiche, ed ecco che i Quell’Uomo! sono diventati a tutti gli effetti una band, rendendo nel frattempo elettriche le loro performance. Particolarità dei Quell’Uomo! è che tutti i membri provengono da generi musicali estremamente diversi e il loro sound riesce a trarre linfa vitale e spunti insoliti da tutti i singoli background, senza risultare per questo dispersivo ma anzi decisamente convincente ed innovativo. Nella musica dei Quell’Uomo! il punk incontra i synth, il cantautorato incontra la dance elettronica e la loro ricetta personalissima e travolgente rende riconoscibile da subito la firma della band, cosa che difficilmente accade in formazioni così giovani. Per quanto riguarda i testi, i Quell'Uomo! trattano temi complessi ma lo fanno in chiave tragicomica, grazie alla loro innata caratteristica di saper guardare il mondo da angolazioni diverse, spesso singolari e inaspettate. La band è molto attiva anche per quanto riguarda i live: partecipa a diversi contest, svariati eventi e manifestazioni nonché realizza date sparse soprattutto per il Veneto. Nel mese di luglio 2015 esce il primo EP, “Il parto e l'ornitorinco”, composto da quattro tracce ed interamente autoprodotto. Il primo singolo è intitolato “L'amor(t)e”. Il 28 maggio 2016 esce il primo album, “La testa di compleanno”, che contiene otto tracce, tra cui il nuovo singolo “I maledetti gatti e Murphy”, di cui è stato realizzato anche un videoclip visualizzabile sul canale Youtube della band a questo link: https://www.youtube.com/watch?v=pamoFsIsEto. Diverse radio hanno subito notato e apprezzato i Quell’Uomo! decidendo di mettere in rotazione i loro singoli, facendo così dei Quell’Uomo! la nuova giovane promessa del rock nostrano. I Quell’Uomo! sono: Meky - voce/chitarra Ricky - chitarra/basso Dave - synth/drum machine Giacomo - batteria LINK UTILI: Pagina FB: https://www.facebook.com/quelluomoofficial Canale YT: https://www.youtube.com/channel/UCFO5bebsNWFHFK5xlEaF5BQ Spotify: https://play.spotify.com/artist/3gL97DDPomIw6C8pzqjQXQ Instagram: https://www.instagram.com/quell_uomo_official/ Twitter: https://twitter.com/quelluomoband * * * * * * * * * * * *
Stampa

Il 16 Settembre in tutti i digital stores Un Amore Così Grande il nuovo singolo di Tarantino feat. Michele Cammarota

Scritto da 65475675675. Posted in News/Comunicati

Valutazione attuale:  / 0
Il 16 settembre è in uscita su itunes e in tutti i digital stores il nuovo lavoro del cantautore Tarantino che reinterpreta, in un featuring con il noto producer Michele Cammarota, “Un amore così grande”, canzone già resa famosa da artisti del calibro di Mario Del Monaco, Pavarotti, Bocelli e i Negramaro . Rispetto alle altre rivisitazioni fatte nella storia della musica italiana questa versione del brano è in chiave elettronica, più vicina alle sonorità del cantautore partenopeo e frutto dell’ arrangiamento sapiente e della direzione artistica di Michele Cammarota. Link You Tube : https://www.youtube.com/watch?v=-A6Eu_U_TTg

Altri articoli...